ARTISTI

AFTERHOURS

Sito Ufficiale:

Afterhours

Facebook:

Afterhours 

Endorsers dei marchi:

D'Addario Fretted, Planet Waves

BAND:

Manuel Agnellli - vocals, guitars | Stefano Pilia - guitars

Roberto Dell'Era
- bass | Rodrigo D'Erasmo - violin

Xabier Iriondo
- guitars | Fabio Rondanini - batteria

BIOGRAFIA

Dopo il debutto nel 1988 con il mini-cd All the Good Children Go to Hell, nel 1990 esce l’album d’esordio degli Afterhours, During Christine’s Sleep, e grazie alla segnalazione come disco del mese da parte dell’influente rivista americana “Alternative Press” il gruppo viene invitato a rappresentare l’Italia al New Music Seminar di New York. Seguono nel ‘91 la pubblicazione del mini LP Cocaine Head e la partecipazione al Berlin Independence Days. Nel '93 gli Afterhours pubblicano l'album Pop Kills Your Soul e registrano Mio fratello è figlio Unico di Rino Gaetano per l'album tributo legato ad Arezzo Wave, prima traccia ufficiale cantata in italiano, alla quale segue La canzone popolare per il tributo a Ivano Fossati. 

 

Leggi di più

Nel ‘95 pubblicano un nuovo album, Germi, il primo interamente cantato in lingua italiana, dal quale emergono le caratteristiche del loro stile: melodia e rumore, cut-up nei testi, sperimentazione pop e ironia. L'estratto Dentro Marilyn viene interpretato da Mina che lo reintitola Tre volte dentro me. Nel corso del '97 firmano un contratto discografico con la Mescal e registrano l'album Hai paura del buio?, 19 canzoni nelle quali la produzione artistica di Manuel Agnelli, cantante e chitarrista del gruppo, spinge oltre la ricerca di soluzioni sonore poco convenzionali, sviluppando completamente il teorema "After": imprimere il proprio tocco personale a un sound in cui convergono l'urlo hard-core, la sperimentazione lo-fi e l'HI-FI più evoluto, la ballata e la psichedelia. Segue nel ‘98 un'intensa attività live con la partecipazione ad alcuni dei maggiori eventi e festival, tra cui il concerto del 1° maggio in Piazza San Giovanni a Roma e Arezzo Wave. Manuel Agnelli si dedica poi alla produzione di Club Privé dei Massimo Volume e collabora con i La Crus per due pezzi inclusi nell' album Dietro la Curva del Cuore .

Il 13 Maggio 1999 esce Non è per sempre, album dal sound più ricercato e ricco di spunti linguistici ironici e dissacranti, come l'ormai proverbiale Non si esce vivi dagli anni'80. Per il resto dell'anno la band è impegnata in tour e allo stadio Dall'Ara di Bologna condivide lo stesso palco con i R.E.M. Ad affiancare l'attività live, Manuel Agnelli, collabora con Emidio "Mimì" Clementi dei Massimo Volume al progetto Gli agnelli clementi, spettacolo di reading che viene presentato in tutta la penisola. Alla fine dell'estate 2000, esce il libro di Manuel Agnelli intitolato Il meraviglioso tubetto, edito da Mondadori e messo in vendita abbinato ad un CDS contenente tracce inedite rispetto all'ultimo album.

Il 9 febbraio 2001 esce Siam tre piccoli porcellin, album doppio dal vivo con un CD elettrico e uno acustico contenente l'inedito La sinfonia dei topi. Dopo la conclusione del "Siam tre piccoli porcellini tour" , interamente sold-out, da Rimini il 10 giugno 2001 parte il "Tora! Tora! Festival", appuntamento fortemente voluto da Manuel Agnelli, che si conclude il 19 settembre a Roma dopo 4 tappe. Il festival itinerante riceve tra i vari tributi di stima anche la "benedizione" di Perry Farrell, padre del "Lollapalooza", e viene premiato come evento live dell'anno al M.E.I di Faenza. Manuel Agnelli riceve l'Italian Music Award in qualità di miglior produttore italiano e a fine anno torna nuovamente in studio in veste di produttore per l'album di Marco Parente Trasparente.

Il 5 aprile 2002 viene pubblicato Quello che non c'è, che si piazza clamorosamente e in pochi giorni, alla quarta posizione della classifica ufficiale di vendita. Anche il primo singolo, Sulle labbra, entra immediatamente nella classifica di vendita guadagnando la decima posizione. Nell'aprile 2002 gli Afterhours realizzano 4 date in co-headlining con i Mercury Rev. In ottobre Manuel si esibisce in trio con Marco Parente e Cristina Donà al "Premio Grinzane Cavour", riconoscimento che viene assegnato ai tre artisti. Tra le altre attività collaterali, gli Afterhours partecipano alla mostra sulle "Città invisibili" di Italo Calvino, sonorizzando la città di Irene all'interno della prestigiosa Triennale di Milano. Ancora un riconoscimento dall'Italian Music Awards (2002): gli Afterhours vengono premiati per il miglior testo italiano, riferito a Quello che non c'è. Tornano alla Triennale di Milano, per il concerto di presentazione dell'EP La gente sta male. Parallelamente all'incessante attività live, che fa registrare un'impressionante serie di sold-out, vengono organizzate ogni anno le varie edizioni del Tora! Tora! che richiamano centinaia di miglia di persone.

Le soddisfazioni personali, di critica e di pubblico sono in continua crescita: dal 6 al 13 febbraio 2004 gli Afterhours affrontano un tour più che speciale con i Twilight Singers, band capeggiata da Greg Dulli, già leader degli Afghan Whigs, con il quale nasce una collaborazione che si concretizza nella partecipazione chitarra e voce di Manuel al nuovo lavoro dei Twilight Singers, "She Loves You", e parallelamente nella collaborazione di Greg Dulli alla produzione, agli arrangiamenti e ai mixaggi, insieme a John Parish, del nuovo album che gli Afterhours stanno registrando a Catania.

Il 3 settembre 2004 esce il CDS Gioia e Rivoluzione, brano storico degli Area, riproposto oltre che in versione live durante i concerti e sul supporto cd, anche all'interno del film di Guido Chiesa "Lavorare con lentezza" (presentato il 4 settembre al Festival del Cinema di Venezia ), dove gli Afterhours interpretano la band guidata da Demetrio Stratos. In luglio si esibiscono al festival di Villa Arconati col progetto "Songs with other strangers", condividendo il palco con John Parish (P.J.Harvey), Hugo Race (ex Bad Seeds), Cesare Basile, Marta Collica, Roberta Castoldi e Giorgia Poli (ex Scisma). Nelle date seguenti (a gennaio 2005) si aggiungono Jean Marc Butty (Venu, PJ Harvey) e Stef Kamil Carlens (dEUS, Zita Swoon).

L'album Ballate per piccole iene, anticipato dalla programmazione da parte dei maggiori network italiani del singolo Ballata per la mia piccola iena viene pubblicato da Mescal il 15 aprile 2005 e la settimana seguente entra nella classifica dei dischi più venduti in Italia direttamente alla seconda posizione! L'album viene presentato dal vivo in una breve serie di eventi che richiamano oltre 30.000 persone, alle quali si aggiungono le 500.000 presenti in Piazza S.Giovanni a Roma, dove gli Afterhours accompagnati da Greg Dulli (come accaduto per tutta questa prima trance di tour), regalano al 1° maggio una delle performance più intense della giornata.

La collaborazione con Greg Dulli porta gli Afterhours a esibirsi come backing band nel primo concerto dal vivo dei Gutter Twins, il nuovo progetto di Dulli con Mark Lanegan (membro fondatore degli Screaming Trees, Queens of the Stone Age) di fronte a un pubblico di 8000 persone a Roma. Inoltre, Agnelli è co-autore di due canzoni presenti sull'album dei Twilight Singers Powder Burns, pubblicato nell'aprile 2006.

Il 27 Gennaio 2006, dopo la distribuzione europea curata da One Little Indian di Ballads For Little Hyenas, la versione inglese dell'album viene pubblicata in Italia da Mescal. Successivamente l'album esce anche in Canada e USA. Il lungo tour di Afterhours e Twilight Singers con Mark Lanegan si conclude il 21 Giugno 2006 a Hollywood. Le date in Italia e in Europa si susseguono fino a tutto il 2007, quando il tour approda al prestigioso Festival Eurosonic di Groningen, poi in Germania, Spagna, Olanda, Lussemburgo, Belgio e Regno Unito.

A marzo 2007 si esibiscono al SXSW South By South West Festival, il più importante evento per addetti ai lavori a livello mondiale che si tiene ad Austin. Da qui partono per un secondo tour USA che si conclude con le date alla Knitting Factory di New York ed al Troubador di Los Angeles. Al rientro in Italia, gli Afterhours si esibiscono in una serie di date selezionatissime, culminate con l'esibizione sul palco del 1° maggio a Roma di fronte a 700.000 persone, prima di rientrare in studio per la registrazione del nuovo album. Nel frattempo vengono pubblicati da Virgin due doppi DVD antologici che narrano la storia del gruppo. Entrambi i DVD scalano le classifiche di vendita, il secondo per 3 settimane al primo posto.

Tra il 2007 ed il 2008 gli Afterhours si ritirano in studio per registrare I Milanesi Ammazzano il Sabato, pubblicato da Universal il 2 maggio 2008. L'album debutta in classifica direttamente al terzo posto. Alla sua realizzazione prendono parte ospiti quali Greg Dulli, Stef Kamil Carlens, Brian Ritchie (Violent Femmes), Cesare Malfatti (La Crus, Amor Fou) e John Parish, che appare anche in veste di co- produttore di alcuni brani. Dopo il tour promozionale che segue, Dario Ciffo viene sostituito al violino da Rodrigo D'Erasmo e la band si imbarca nuovamente per il Nord America, dove si esibisce al North by North West Festival di Toronto e alla celebre Mercury Lounge di New York.

Nel 2009, gli Afterhours sono invitati a partecipare alla 59a edizione del Festival di Sanremo dove ricevono il Premio della Critica Mia Martini per il brano Il paese è reale. La canzone non ha lo scopo di fare da traino a un nuovo album del gruppo e non compare in alcuna compilation del festival, ma viene pubblicato in esclusiva per l'album Afterhours presentano: Il paese è reale (19 artisti per un paese migliore?). Il progetto, unico nel suo genere, coinvolge 19 artisti tra i più interessanti e rappresentativi della nuova scena musicale italiana, una realtà vitale e in evoluzione che gli Afterhours intendono così portare all'attenzione di pubblico e media. Dopo un nuovo tour negli USA, dove sono invitati al SXSW Festival di Austin e tengono una serie di concerti sulla East Coast, rientrano in Italia per il tour legato a Il paese è reale, al quale partecipano molti dei musicisti presenti nel progetto e numerosi ospiti.

La prestigiosa rivista americana Spin Magazine inserisce gli Afterhours nella lista "The 100 Greatest Bands You've Never Heard Of", selezione delle migliori band meno note al pubblico mainstream, che meritano di essere ascoltate. Ulteriori apparizioni in Nord America comprendono Hit Week Los Angeles e il Canadian Music Fest di Toronto nel 2009 e nuovamente SXSW a Austin nel 2010.

Nel novembre 2009 esce il nuovo album di Mina, Facile, che contiene Adesso è facile, brano arrangiato dagli Afterhours, scritto, e cantato in duetto, da Manuel Agnelli. Nel marzo 2010 parte il progetto Il teatro degli Afterhours, che vede la band protagonista sui palchi di alcuni importanti teatri italiani con una particolare performance che coniuga musica, reading di testi di Flaiano, Manganelli e Pasolini e teatro, affiancati da ospiti come gli attori Antonio Rezza e Claudia Pandolfi, e musicisti come Emidio Clementi, Vasco Brondi (Le Luci della Centrale Elettrica), Xabier Iriondo, Gnu Quartet.

Dopo il Summer Tour, che ha registrato un aumento delle presenze di pubblico, nel mese di ottobre 2010 gli Afterhours si sono esibiti in due concerti a Shanghai, in Cina, invitati dal Commissariato Italiano a rappresentare l'Italia in occasione del World Expo 2010. Il gruppo è poi tornato in studio per iniziare le registrazioni dell'atteso nuovo album, la cui pubblicazione è prevista per i primi mesi del 2012, distribuito dall'indipendente Artist First dopo la decisione di declinare le offerte delle principali etichette major.

Durante una pausa delle registrazioni gli Afterhours si sono dedicati al Summer Tour 2011, che ha toccato Italia, Germania, Olanda, Belgio, Lussemburgo e Regno Unito. Il 17 aprile 2012 esce Padania, il primo album degli Afterhours prodotto in completa indipendenza. L'album viene insignito con la prestigiosa Targa Tenco come Album dell'anno 2012 e con il Premio della Critica di Musica & Dischi per l'album Italiano 2012, mentre gli Afterhours vengono insigniti del premio P.I.M.I. (Premio Italiano della Musica Indipendente) come miglior gruppo.

Dopo un trionfale tour estivo in Italia, gli Afterhours sono stati invitati a New York, ad esibirsi al Festival I'll be Your Mirror - ATP New York, versione d'oltreoceano del Festival britannico "All Tomorrow's Parties".


Album

Germi (Mescal) 1995
Hai Paura del Buio? (Mescal) 1997
Non è Per Sempre (Mescal) 1999
Siam Tre Piccoli Porcellini, live (Mescal) 2001
Quello che non c'è (Mescal) 2002
Ballate per piccole iene (Mescal) 2005
Ballads for Little Hyenas (One Little Indian/Mescal) 2006
I Milanesi Ammazzano Il Sabato (Universal) 2008
Il paese è reale (AC Europerecords) 2009
Padania (Germi) 2012


EP e Singoli

Dentro Marilyn (Vox Pop) 1995
Male di Miele (Mescal) 1998
Sui Giovani d'Oggi ci Scatarro Su (Mescal) 1998
La Verità che Ricordavo (Mescal) 2000
Bianca (Mescal) 2000
Sulle Labbra (Mescal) 2002
La Gente Sta Male (Mescal) 2003
Gioia e Rivoluzione (Mescal) 2004
Ballata per la mia piccola iena (Mescal) 2005

 

     

      MANUEL            STEFANO            ROBERTO           RODRIGO             XABIER                 FABIO

PRODOTTI UTILIZZATI

Foam Earplugs
EXL115 Nickel Wound, Medium Blues-Jazz Rock, 11-49
300
EXL145 Nickel Wound, Heavy, Plain 3rd, 12-54
Hybrid Coated
EXL165 Nickel Wound Bass, Custom Light, 45-105, Long Scale